San Giovanni da Capestrano


Giovanni nasce a Capestrano (AQ) il 24 giugno 1386 da un barone tedesco e una madre abruzzese.
Studiò a Perugia dove si laureò “in utroque iure” (ossia diritto civile ed ecclesiastico). Divenuto uno stimato giurista, fu nominato governatore della città da Ladislao di Durazzo e, in seguito, imprigionato quando la città fu occupata dai Malatesta.
In carcere ebbe luogo la sua conversione. Una volta libero, fece annullare il suo matrimonio e prese i voti nel convento francescano di Assisi. Da sacerdote condusse la sua attività apostolica in tutta l’Europa settentrionale ed orientale, in particolare in Ungheria. La sua predicazione era volta al rinnovamento dei costumi cristiani e a combattere l’eresia e l’usura praticata dalla maggior parte degli ebrei.

Aveva settant’anni quando fu incaricato dal Papa Callisto III (Alonso de Borgia, 1455-1458), nel 1456, insieme ad alcuni altri frati, di predicare la Crociata contro l’Impero Ottomano che aveva invaso la penisola balcanica.
Percorrendo l’Europa orientale, Giovanni riuscì a raccogliere decine di migliaia di volontari, alla cui testa partecipò all’assedio di Belgrado nel luglio di quell’anno.
Egli incitava i cristiani, che combattevano, ad avere fede nel nome di Gesù. “Sia avanzando che retrocedendo – gridava – sia colpendo che colpiti, invocate il Nome di Gesù. In Lui solo è salute!”.
Per undici giorni e undici notti non abbandonò mai il campo; l’esercito turco fu messo in fuga e lo stesso sultano Maometto II venne ferito. Questa, però, doveva essere la sua ultima fatica di combattente.
Tre mesi dopo, il 23 ottobre, moriva, presso Ujlak sulla riva del Danubio nel regno di Ungheria, consegnando ai suoi fedeli la Croce, emblema di Cristo Re, che egli aveva servito fino allo stremo delle sue forze.

Giovanni da Capestrano venne canonizzato il 16 ottobre del 1690 da Pp Alessandro VIII (Pietro Vito Ottoboni, 1689-1691).

Dalla data tradizionale del 28 marzo, il nuovo Calendario della Chiesa ha riportato al 23 ottobre, data effettiva della sua morte, la memoria facoltativa di S. Giovanni da Capestrano, uno dei due Santi che, nelle opere d’arte del 400, vengono rappresentati con lo stemma di Cristo Re.
Il primo è S. Bernardino da Siena, che mostra lo stemma raggiante sulla tipica tavoletta di legno, da lui alzata su tutte le piazze come simbolo di libertà e pegno di pace.
Il secondo, appunto, è S. Giovanni da Capestrano, che sventola invece quel luminoso stemma sopra una bandiera.

Significato del nome Giovanni : “il Signore è benefico,dono del Signore” (ebraico).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...