La Madonna promette: “Quello che chiederete con questa preghiera, lo otterrete”

PREGHIERE INIZIALI:

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

O Dio vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.

(1 Padre nostro, 3 Ave Maria, 1 Gloria) (facoltativi)

PER OGNI DECINA:

Padre Nostro, che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti,
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male.
Amen

(10) Ave o Maria, piena di grazia, il Signore è con te.
Tu sei benedetta fra le donne
e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù.
Santa Maria, Madre di Dio,
prega per noi peccatori,
adesso e nell’ora della nostra morte.
Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Come era nel principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli.
Amen.

PREGHIERE FINALI:

Salve, o Regina, madre di misericordia,
vita, dolcezza e speranza nostra, salve.
A te ricorriamo, esuli figli di Eva:
a te sospiriamo, gementi e piangenti in questa valle di lacrime.
Orsù dunque, avvocata nostra,
rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi.
E mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno.
O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

Litanie Lauretane (facoltative – le trovi alla fine della pagina)

1 Padre, 1 Ave e 1 Gloria secondo le intenzioni del Santo Padre
e per l’acquisto delle Sante Indulgenze

Misteri Gaudiosi
(se si recita solo una corona è uso dirli il lunedì e il sabato)

1) L’Annunciazione dell’Angelo a Maria Vergine
2) La Visita di Maria Santissima a Santa Elisabetta
3) La Nascita di Gesù nella grotta di Betlemme
4) Gesù viene presentato al Tempio da Maria e Giuseppe
5) Il Ritrovamento di Gesù nel Tempio

Misteri Luminosi
(se si recita solo una corona è uso dirli il giovedì)

1) Il Battesimo nel Giordano
2) Le Nozze di Cana
3) L’annuncio del Regno di Dio
4) La Trasfigurazione
5) L’Eucaristia

Misteri Dolorosi
(se si recita solo una corona è uso dirli il martedì e il venerdì)

1) L’agonia di Gesù nel Getsemani
2) La flagellazione di Gesù
3) L’incoronazione di spine
4) Il viaggio al Calvario di Gesù carico della croce
5) Gesù è crocifisso e muore in croce

Misteri Gloriosi
(se si recita solo una corona è uso dirli il mercoledì e la domenica)

1) La risurrezione di Gesù
2) L’ascensione di Gesù al cielo
3) La discesa dello Spirito Santo nel Cenacolo
4) L’Assunzione di Maria al cielo
5) L’Incoronazione di Maria Regina del cielo e della terra

Il Rosario intero è composto di 20 decine (definite anche come 20 “Misteri”).
Precedentemente erano 15, Giovanni Paolo II ha aggiunto i 5 Misteri Luminosi
con Lettera apostolica Rosarium Virginis Mariae nell’anno 2002.

Un Rosario intero è diviso in quattro parti distinte (prima del 2002 erano solo 3 parti).
Ognuna di queste parti è una Corona del Rosario (ciascuna è composta di 5 decine)
e si possono pregare anche separatamente, in diversi momenti della giornata:
1 parte: cinque Misteri Gaudiosi (o Corona con i misteri della gioia)
2 parte: cinque Misteri Luminosi (o Corona con i misteri della luce)
3 parte: cinque Misteri Dolorosi (o Corona con i misteri del dolore)
4 parte: cinque Misteri Gloriosi (o Corona con i misteri della gloria)

Se si pregano solo cinque decine al giorno (una sola Corona), si usa pregare i Misteri Gaudiosi il lunedì e il sabato,
i Misteri Luminosi il giovedì, i Misteri Dolorosi il martedì e il venerdì, i Misteri Gloriosi il mercoledì e la domenica.

Per dire un Rosario intero:

si recitano di seguito o suddivisi nella giornata tutti i 20 Misteri (cioè le 4 Corone)
Volendo, si possono recitare solo i 15 Misteri (3 corone in totale) se non si comprendono i Misteri della Luce
(ma si raccomandano tutti e 20 i Misteri)

L’ordine della recita delle Corone è: Misteri della gioia – della luce – del dolore – della gloria
per ripercorrere tutta la vita di nostro Signore Gesù Cristo.

Per ogni Corona, si enuncia ad ogni decina il “mistero”,
per esempio, nel primo mistero: “l’Annunciazione dell’Angelo a Maria”.
Dopo una breve pausa di riflessione, si recitano: un Padre Nostro, dieci Ave Maria e un Gloria.
Alla fine di ogni decina si può aggiungere un’invocazione.

Se si recitano tutte le 4 (o 3) Corone una di seguito all’altra, senza interruzione di tempo:
le PREGHIERE INIZIALI (il Padre, 3 Ave e Gloria)
e le PREGHIERE FINALI (il Salve Regina, le litanie -facoltative- e le intenzioni del Santo Padre)
si possono dire UNA SOLA VOLTA
(Quelle iniziali prima di tutte le Corone, quelle finali dopo aver detto tutte le 4 (o 3) Corone.)

Se la recita delle Corone è suddivisa nella giornata, come spesso avviene,
è bene dire sia le preghiere iniziali che quelle finali all’inizio e alla fine di ogni Corona.

La Madonna a San Domenico e al Beato Alano nelle sue promesse fatte a chi recita con devozione il Santo Rosario ha detto “Quello che chiederete con il mio Rosario, lo otterrete”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...